Museo Regionale dell'Emigrazione dei Piemontesi nel Mondo

Omaggio a Dino Pogolotti all'Ecomuseo Leumann

Presentazione della Mostra "Dino Pogolotti. Da Giaveno all'Avana" all'Ecomuseo Leumann Collegno, 12/24 giugno 2011

Il contesto del Villaggio Operaio di Leumann ha accolto con interesse, con la volontà e l'interesse dell'Amministrazione Comunale di Collegno con il Sindaco Silvana Accossato e l'Assessore alla Qualità della Vita Paolo Macagno, l'Associazione   degli Inquilini delle villette del Villaggio, l'Associazione Amici della Scuola di Leumann a presentare in questo quadro storico e sociale la mostra documento su "Dino Pogolotti. Da Giaveno all'Avana" ideata e realizzata da Alessandra
Maritano.

Il lavoro rappresentato dalla ricercatrice e componente del Museo Regionale dell'Emigrazione - Piemontesi nel Mondo di Frossasco illustra la vita professionale e famigliare di un uomo il cui nome ancora oggi segna l'esistenza di un quartiere, il "barrio" Pogolotti all'Avana, costruito dalla capacità di questo piemontese nel 1911 secondo criteri avanzati, in risposta alla necessità del governo della lontana isola dei Caraibi di dare sistemazione alle popolazioni delle campagne che andavamo a riversarsi nella città, al centro di una trasformazione economica importante.

L'inaugurazione   della   mostra   alla   presenza del Vice Sindaco Francesco Zurlo dell'Assessore Macagno è avvenuta domenica 12 giugno abbinata alla rappresentazione teatrale di "Nato per Volare" di Assemblea Teatro che per la regia di Renzo Sicco ha  ripercorso la storia di Dino Pogolotti portandola fra le vie, le piazzette, i banconi e terrazzi delle case del Villaggio Leumann. Molti i visitatori che hanno voluto apprendere delle vicende e del lavoro fatto dal "progettista" Pogolotti, come veniva chiamato in famiglia, molti incuriositi dalla scoperta della esistenza di un quartiere di edilizia popolare oltre oceano costruito da un piemontese di Giaveno.

"Ho colto molto interesse nel pubblico - commenta l'autrice Alessandra Maritano - . La mostra documento offre oltre alla storia di questo personaggio anche la possibilità di avere uno spaccato dell'Italia  e del Piemonte che emigrava fra fine Ottocento ed inizio Novecento e  dei cambiamenti che stavano avvenendo nella società in quegli anni con le attività manufatturiere che venivano impiantate da imprenditori illuminati, fra questi lo stesso Napoleone Leumann realizzatore dello stabilimento e del villaggio che perdura a Collegno. Ringrazio molto l'Amministrazione di Collegno per l'accoglienza che mi ha offerto e Renzo Sicco, per il poter condividere su Dino Pogolotti comuni interesse a farne conoscere la figura e l'attività svolta."  L'iniziativa "I Villaggi Operai al di qua e al di là dell'Oceano" del programma della Provincia di Torino 2011 Itinerari e di Visit&Teatro
ospitata nell'Ecomuseo Villaggio Leumann ha chiuso venerdì 24 giugno con la messa in scena di "Tutte le Donne del Re" firmata da Assemblea Teatro.

Andrea MARITANO